E' verità universalmente riconosciuta che una fan di Jane Austen desideri diventare come un'eroina dei suoi romanzi!

venerdì 15 aprile 2011

Ritratto di signora: Coco Chanel



La vita di Coco Chanel è leggendaria e mitologica, per il contributo dato nel mondo della moda, ma anche e soprattutto per le sue origini che lei amava reinventare ogni volta! Si parla di Mitologia Chanel proprio perché i fatti riguardanti la sua gioventù non sono certi dal momento che Mademoiselle ogni volta forniva dettagli e aneddoti diversi. Gabrielle Bonheur Chanel nacque nel 1883 e rimasta orfana di madre ancora piccola venne abbandonata, assieme alle sorelle, dal padre; la futura Coco passò alcuni anni nell'orfanotrofio di Aubazine, in seguito iniziò a lavorare come commessa in un negozio di maglieria e lì mise a frutto le nozioni di cucito apprese in precedenza all'orfanotrofio. In quel periodo si esibiva anche come cantante in un caffè-concerto e probabilmente iniziò ad assumere il famoso soprannome ispirata da una delle canzoni che interpretava. In quel periodo conobbe il suo primo amante, Etienne de Balsan, un uomo ricco, con cui ebbe una relazione di qualche anno, durante la quale Coco iniziò a produrre i primi cappelli e potè aprire il primo negozio nel 1909, soprattutto grazie all'aiuto dell'uomo che sarebbe diventato l'amore della sua vita, conosciuto nella cerchia di amici di Balsan, Boy Capel. Fu proprio Capel a finanziare il primo negozio di Coco e a dare l'avvio al mito Chanel. I due non poterono sposarsi a causa della differente estrazione sociale, ma si amarono fino alla tragica scomparsa di lui avvenuta nel 1919 a causa di un incidente stradale. Nel corso degli anni l'attività di Coco come stilista divenne sempre più importante, fu lei a inventare la nuova donna del Novecento liberandola da corsetti, abiti e cappelli ingombranti, creando mise comode ed eleganti ispirate all'abbigliamento maschile (famoso il taglio di capelli alla maschietta e i pantaloni per signora), dando in qualche modo impulso anche al movimento femminista. Coco Chanel fu amica delle più grandi personalità del tempo: Picasso, Cocteau, Stravinsky. Morì nel 1971 entrando di fatto in maniera definitiva nella leggenda. Oggi Chanel è sinonimo di grande eleganza, un sogno per milioni di donne, Chanel N. 5 è forse il profumo più famoso al mondo e i suoi celebri aforismi sono citatissimi... quale che sia la vera Mitologia Chanel... Coco continua ancora a fare storia.

8 commenti:

Miss Claire ha detto...

Carissima,

sono molto occupata dalla vita in genere, ma ho finito il tuo libro, presto ti chiederò qualcosa! ;)
:*

Silvia ha detto...

La vita non ci fa mai annoiare!!! Ok, quando vuoi, io sono qui!!!

;-)

Phoebes ha detto...

Ho scoperto il tuo blog solo da poco, ma già è uno dei miei preferiti!

Spero non ti dispiacerà quindi se ho lasciato qui:
http://www.naufragio.it/iltempodileggere/9389
qualcosina per te! :) E guarda bene che non è solo uno! ;)

Silvia ha detto...

@Phoebes: grazie!!!!

;-)

Vele Ivy ha detto...

Aveva un "piglio" fantastico, veramente una grande donna, anche se dal carattere difficile (a quanto ho sentito da alcuni approfondimenti).

Silvia ha detto...

@Vele Ivy: era senza dubbio una donna decisa e determinata, un bel caratterino, insomma! Ma gran parte del fascino del suo mito deriva anche da questo!

;-)

fidelia ha detto...

complimeti per l'artricolo molto bello :)
se volete date un'occhiata al mio blog http://fidelia87.blogspot.com/ grazie :)

Ale ha detto...

Grande donna e grande icona! La mia ispirazione più grande e "la mia idola" !!
Bellissimo articolo :)
Ale,
www.fashionteenagerss.jimdo.com